Bandi

SFERA INGEGNERIA VI AVVISA DELL’USCITA DEI SEGUENTI BANDI:

FORMAZIONE FINANZIATA FONDIMPRESA: AVVISO N.3/2017
Con l’avviso n.3/2017 Fondimpresa mette a disposizione fondi per il sostegno alle imprese aderenti al F.P.I. per la formazione dei lavoratori con la partecipazione a corsi a catalogo. I finanziamenti dell’Avviso riguardano esclusivamente i Piani formativi presentati sui seguenti Ambiti:
1. Formazione a Catalogo PMI (micro, piccole, medie imprese): tutte le aziende partecipanti all’Avviso devono rispondere alla definizione comunitaria di PMI.
2. Formazione a Catalogo GI (grandi imprese).
Ciascun Piano può fare riferimento ad un solo Ambito e deve prevedere esclusivamente l’erogazione di azione formative presenti nei Cataloghi qualificati di Fondimpresa che sono pubblicati sul sito web www.fondimpresa.it nella sezione Avvisi del Conto Formazione.
La partecipazione ai Piani finanziati nell’ambito dell’Avviso è riservata ai lavoratori dipendenti delle imprese aderenti a Fondimpresa. Il Piano formativo può essere presentato dai Soggetti Proponenti a decorrere dalle ore 9:00 del 26 Giugno 2017 fino alle ore 13:00 del 27 Ottobre 2017.
Contatta Sfera Ingegneria per maggiori informazioni.

 

BANDO FONDIMPRESA 2017
Fondimpresa mette a disposizione 16.090.000,00 di euro per la realizzazione di Piani formativi condivisi rivolti alla formazione di dipendenti neoassunti in imprese aderenti o di disoccupati o inoccupati da assumere nelle imprese aderenti al termine del percorso formativo, comprese le persone richiedenti asilo.
Il contributo aggiuntivo è concesso ai piani presentati sul “Conto Formazione” dalle ore 9:00 del 16 gennaio 2017 fino al 30 giugno 2017.
Il bando in questione è l’Avviso 4/2016 che si colloca nell’ambito delle iniziative di politiche attive del lavoro.
I Piani formativi finanziati possono essere sia aziendali sia interaziendali e riguardare anche ambiti multi regionali per le imprese di ogni dimensione (micro, piccole, medie e grandi). LINK FONDIMPRESA

BANDO INAIL ISI 2016
L’Inail mette a disposizione 244.507.756 euro a quelle imprese che decidono di investire in progetti volti al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I beneficiari sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura che attivino progetti:
a) d’investimento;
b) volti all’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
c) di bonifica da materiali contenenti amianto;
d) per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.
Il contributo è pari al 65% dell’investimento (fino ad un massimo di 130.000,00 euro, 50.000,00 per il punto d) ed è erogabile in seguito a verifica.
Per maggiori informazioni https://www.inail.it/

BANDO ISI INAIL 2016 PER L’AGRICOLTURA
AGGIORNAMENTO AL 10/01/2017: il termine di scadenza della chiusura della procedura informatica per la compilazione delle domande è prorogato alle ore 18:00 del 28 aprile 2017 (scadenza riportata sul sito 20 gennaio 2017).
L’ultima legge di stabilità n. 208/2015, ha disposto un finanziamento, sostenuto da Inail e dal ministero del Lavoro, destinato agli investimenti per l’acquisto o il noleggio di macchine e trattori caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore e il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende.
Tra il 10 novembre 2016 e il 20 gennaio 2017 le imprese agricole dovranno inserire sul sito dell’Inail i dati dell’azienda e le informazioni relative al progetto per cui richiedono il finanziamento, sulla base di una serie di parametri che determineranno il raggiungimento o meno della soglia minima di ammissibilità, pari a 100 punti.
https://www.inail.it/cs/internet/home.html

BANDO FONDARTIGIANATO AVVISO N. 2/2016 PER IL FINANZIAMENTO DELLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI Linea 6 – Sostegno a Piani Aziendali di Sviluppo
Il bando Fondartigianato per il sostegno a piani di sviluppo aziendali finanzia piani di formazione per i lavoratori delle imprese aderenti al fondo paritetico interprofessionale “Fondartigianato”. I piani di formazione finanziati possono riguardare esclusivamente interventi di formazione per il sostegno a piani di sviluppo aziendali direttamente connessi ai seguenti ambiti di intervento: l’introduzione di nuove tecniche di produzione; l’introduzione di nuove tecnologie di processo e/o di prodotto; digitalizzazione di processi di produzione e/o di servizio; la messa in produzione di nuovi prodotti per il mercato interno e/o per mercati internazionali; la realizzazione di ricerche e sperimentazioni scientifiche per l’acquisizione o la sperimentazione di nuovi brevetti; la riorganizzazione dei processi produttivi e/o di fornitura dei servizi; la ricerca di nuovi mercati.
Scadenze di presentazione a sportello dei Piani Aziendali di Sviluppo:
Apertura sportello: 01/09/2016
Cadenza di presentazione: mensile
Chiusura sportello: 27/03/2017 o comunque fino all’esaurimento delle risorse rese disponibili.
Per aderire le imprese possono destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) al Fondo Paritetico Interprofessionale “Fondartigianato” attraverso il modello Uniemens.
http://www.fondartigianato.it/

BANDO FONDIMPRESA AVVISO N. 1/2016 PER IL FINANZIAMENTO DELLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI
Il bando Fondimpresa sulla competitività finanzia piani di formazione per i lavoratori delle imprese aderenti al fondo paritetico interprofessionale “Fondimpresa”. I piani di formazione finanziati possono riguardare esclusivamente interventi di formazione direttamente connessi alle seguenti tematiche inerenti lo sviluppo della competitività aziendale: qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti, innovazione dell’organizzazione, digitalizzazione dei processi aziendali, commercio elettronico, contratti di rete, internazionalizzazione.
Per aderire, secondo quanto previsto dalla Legge n.388 del 2000, le imprese possono destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) al Fondo Paritetico Interprofessionale “Fondimpresa” attraverso il modello Uniemens.
http://www.fondimpresa.it/come-funzioniamo/i-canali-di-finanziamento/conto-di-sistema/avvisi-aperti/631-avviso-1-2016-competitivita

BANDO REGIONE TOSCANA GIOVANISì PER IL FINANZIAMENTO DELLA FORMAZIONE
Il bando Giovanisì della Regione Toscana offre la possibilità di finanziare gratuitamente percorsi formativi attraverso voucher individuali per un importo compreso dai 200 euro fino a un massimo di 2.500 euro. Le scadenze per la presentazione delle domande sono trimestrali a partire dal 30 Settembre 2016 fino al 30 Giugno 2018 e i richiedenti devono possedere i seguenti requisiti:
• non hanno compiuto 40 anni
• residenti o domiciliati in Toscana
• in possesso di partita IVA
• appartenenti ad una delle seguenti tipologie:
– soggetti iscritti ad albi di ordini e collegi
– soggetti iscritti ad associazioni di cui alla legge n.4/2013 e/o alla legge regionale 30/12/2008 n.73
– soggetti iscritti alla Gestione Separata dell’INPS
Il progetto finanzia anche percorsi formativi fruibili in modalità e-learning purché erogati dai seguenti soggetti:
– agenzie formative accreditate dalla Regione Toscana (vedi Delibera 968 del 17/12/2007) o, solo in casi espressamente motivati di percorso realizzato fuori Toscana, accreditate dalla Regione di appartenenza;
– ordini professionali, collegi professionali, associazioni professionali inserite nell’elenco (vedi legge n.4/2013) alla data di ogni singola scadenza dell’avviso;
– associazioni professionali riconosciute ai sensi della L.R.73/2008 alla data di ogni singola scadenza dell’avviso;
– soggetti eroganti percorsi formativi accreditati dagli stessi ordini/collegi/associazioni;
– provider accreditati ECM – Educazione Continua in Medicina.
Per informazioni sulle modalità di presentazione delle domande e tutte le scadenze si rimanda al sito ufficiale del bando:
http://giovanisi.it/2016/08/02/voucher-formativi-per-giovani-professionisti/

AVVISO 33 DEL 25/05/2016 – PIANI FORMATIVI AZIENDALI CONCORDATI STANDARD
Il bando Fon.Coop (Avviso 33) del 25/05/2016 finanzia piani formativi aziendali per la formazione gratuita dei lavoratori. I finanziamenti alla formazione messi a disposizione dai fondi paritetici interprofessionali hanno l’obiettivo di sviluppare la competitività delle imprese attraverso attività formative dirette all’accrescimento delle competenze dei lavoratori, in un’ottica di lifelong learning e di formazione continua sul luogo di lavoro.
Per aderire le imprese possono destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) al Fondo Paritetico “Fon.Coop” attraverso il modello Uniemens.
http://www.foncoop.coop/fondo-di-rotazione/avviso-33-standard/

BANDO ISI INAIL 2015 PER GLI INCENTIVI ALLA SICUREZZA SUL LAVORO
Il bando Inail finanzia le imprese che decidono di conseguire la certificazione OHSAS 18001.
Il finanziamento può essere richiesto da ogni tipologia d’impresa iscritta alla CCIAA, compilando ed inserendo la domanda sul portale INAIL, dal 1/3/2016 al 5/05/2016 ore 18:00.
Vengono finanziati sia i costi dell’organismo di certificazione che quelli di consulenza, viene confermato il contributo a fondo perduto del 65% dei costi del progetto.
www.inail.it

VOUCHER FORMATIVI PER RICOLLOCAMENTO NEL LAVORO POR-FSE 2014-2020
La Regione Toscana mette a disposizione voucher formativi individuali al fine di sostenere l’inserimento lavorativo di soggetti disoccupati. Tali voucher prevedono un rimborso totale o parziale delle spese di formazione e, al termine del percorso formativo, un assegno di assistenza alla ricollocazione (ricerca intensa del lavoro) per favorire l’ingresso o il rientro nel mondo del lavoro.
CONDIZIONI DI ACCESSO E DESTINATARI DEL BANDO:
a) essere disoccupati ed essere, o essere stati, disoccupati percettori di assegno sociale per l’Impiego (NASPI) oppure essere disoccupati e, alla data del 1 maggio 2015, essere stati fruitori o aver fruito successivamente a tale data dell’indennità di mobilità. La condizione di disoccupato da cui è dipesa l’assegnazione del sussidio deve durare ininterrottamente da più di 4 mesi.
b) essere residenti o domiciliati in un comune della Toscana, se cittadini non comunitari, in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente attività lavorativa.
c) avere compiuto i 18 anni di età.
d) avere un reddito familiare Isee inferiore a 50.000,01 euro.
SCADENZA E PRESENTAZIONE DOMANDE
Solo on-line entro e non oltre le ore 12:00 del 10 gennaio, del 10 marzo, del 10 maggio 2017. L’avviso rimane aperto fino ad esaurimento delle risorse.
CORSI AMMESSI AL VOUCHER E IMPORTI
Corsi che abbiano ottenuto il riconoscimento della Regione Toscana, realizzati da Agenzie formative accreditate, appartenenti ad una delle seguenti tipologie:
a. corsi finalizzati al rilascio di Qualifica professionale riguardanti Profili professionali o Figure professionali appartenenti ai Repertori Regionali: 3.000 euro;
b. corsi finalizzati alla certificazione delle competenze aventi ad oggetto una o più Aree di Attività (AdA) del Repertorio Regionale delle Figure Professionali: 450 euro;
c. corsi dovuti per legge (ad eccezione dei corsi relativi alla sicurezza e primo soccorso): 250 euro.
http://www.regione.toscana.it/

DELIBERA CIV: CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE E MICRO IMPRESE
Linee guida per l’ottenimento di finanziamenti per la realizzazione di progetti e attività nel settore terziario volte a migliorare le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (art.11, comma 5 d.lgs. 9 aprile 2008, n.81 e s.m.i.)
Il CIV delibera:
– di ritenere utile ricondurre i finanziamenti Fipit ad un unico impianto Isi che consentirà di realizzare bandi in un’ottica di omogeneità, economicità e semplificazione, garantendo maggiore celerità delle procedure di finanziamento e superando la precedente modalità sperimentale;
di destinare le risorse impegnate per i progetti Fipit 2015 al finanziamento di progetti presentati da piccole e micro imprese;
– di prevedere che i finanziamenti siano destinati a progetti presentati da piccole e micro imprese, anche individuali, iscritte alla Cciaa, le cui attività sono classificate secondo i codici Ateco:
56.1 – Ristoranti e attività di ristorazione mobile;
56.2- Fornitura di pasti preparati (catering ed altri servizi di ristorazione);
56.3 – Bar ed altri servizi simili senza cucina;
47.11.40 – Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari;
47.29.90 – Commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati nca (non classificati altrove).
– di finalizzare le risorse disponibili a finanziare progetti che determinino la riduzione e/o la eliminazione dei rischi di taglio, ustioni, cadute e rumore, garantendo la possibilità di finanziare, nell’ambito dello stesso progetto, più interventi;
– di prevedere, per i progetti da finanziare, un contributo erogabile nella misura massima di 50.000 euro e nella misura minima di 2.000 euro;
– di fissare il contributo in conto capitale da erogare per la realizzazione dei progetti nella misura massima del 65% dei costi ammissibili, sostenuti e documentati.
www.inail.it