Dimagrire in palestra: gli errori da evitare

CEM
Campi elettromagnetici: intervista al Resp. Divisione Tecnica di Sfera Ingegneria
23 Gennaio 2019
abbigliamento a lavoro
Dress code aziendale: necessario o dannoso?
1 Febbraio 2019

Gennaio si avvia alla conclusione e ancora non avete perso i chili presi durante le vacanze di Natale? L’iscrizione in palestra, rimandata finora, comincia a sembrarvi l’unica possibile alternativa al digiuno (che per altro sarebbe una pessima scelta per il vostro benessere)?

Se vogliamo farci un bell’esame di coscienza dobbiamo ammettere che in molti casi il problema non sono i chili presi durante le vacanze, ma quelli accumulati in tutto il resto dell’anno… Ma, sia come sia, è sempre un buon momento per decidere di rimettersi in forma.

Fare sport non è soltanto un mezzo per ritrovare la linea perduta fra un cotechino e un panettone ma anche una buona abitudine per la nostra salute… a patto che si faccia attenzione a non commettere alcuni errori. E quindi, cosa fare e cosa non fare per dimagrire in palestra?

Fra le cose da fare, la prima è sicuramente andarci davvero. A quanti è capitato di effettuare l’iscrizione e poi non presentarsi mai? Se dovessimo descrivere la nostra relazione con la palestra, la definizione più comune sarebbe “relazione complicata”. Un po’ un amore-odio, insomma… dove l’amore è per i risultati che sogniamo di ottenere e l’odio per le infinite ore di fatica che si frappongono fra noi e quei risultati…

Ecco perché una ferrea motivazione è di grande supporto per il raggiungimento dell’obiettivo. Va da sé che l’impegno fisico deve essere accompagnato da una dieta bilanciata (leggi il nostro articolo “La dieta che non stressa”). Pancia piatta e panna cotta vanno d’accordo solo se abbinate con moderazione.

I principali errori da evitare sono essenzialmente 6:

  1. Dimenticarsi delle caratteristiche peculiari del nostro corpo. Dovremmo saperlo: non siamo tutti uguali. In base a peso, altezza, costituzione fisica, ma anche al nostro vissuto (abbiamo avuto incidenti, fratture, lesioni?), ci sono alcuni esercizi più indicati e altri meno. Evitiamo quindi di giocare a Superman e Wonder Woman se abbiamo il fisico di SpongeBob…
  2. Fissarsi su un unico esercizio. Anche se il nostro obiettivo è rendere più toniche e muscolose specifiche parti del nostro corpo, massacrarle di esercizi non gioverà di certo. Non siamo una costruzione di lego fatta di pezzi indipendenti gli uni dagli altri, il nostro corpo è un tutt’uno: è importante sviluppare in modo equilibrato l’intero tono muscolare.
  3. Strafare senza prendere pause. Finalmente abbiamo preso il via, ma riposarsi fra una serie di esercizi e l’altra è fondamentale o si rischiano lesioni e infiammazioni croniche. Avere il fisico dei nostri sogni non ci servirà a molto se finiamo bloccati a letto…
  4. Compiere esercizi in modo scorretto. Sforzare articolazioni e muscolatura compiendo sforzi con la postura sbagliata può avere conseguenze sgradevoli e talvolta gravi (leggi il nostro articolo sulla postura).
  5. Dimenticarsi di bere. Può darsi che i chili di troppo e una vita eccessivamente sedentaria ci abbiano portato ad identificarci con delle piante grasse… ma a noi non bastano poche gocce d’acqua per sopravvivere! Bisogna bere a sufficienza e integrare sali minerali. La disidratazione può provocare cali di pressione, mal di testa e crampi.
  6. Smettere di mangiare. Ok, vogliamo dimagrire, ma non per questo possiamo intraprendere lo sciopero della fame… soprattutto se abbiamo intenzione di sostenere una sessione di allenamento! Affaticarci a stomaco vuoto può farci sentire male e di certo ridurrà le nostre performance.

In generale, è sempre importante seguire le indicazioni dell’istruttore e non fare di testa propria. Affidarsi ai consigli di chi è più esperto di noi è sinonimo di intelligenza e buon senso. Del resto si sa, oltre al fisico ci vuole il cervello… e per allenare quello non sono necessari attrezzi e pesi!

 

Allegra Guardi, Divisione Grafica – Comunicazione – Marketing.

Comments are closed.