Giornata Mondiale dell’Educazione

HACCP: cosa significa e il suo piano di elaborazione
10 Gennaio 2024
Dati infortuni sul lavoro 2023
Dati infortuni sul lavoro 2023
7 Febbraio 2024
HACCP: cosa significa e il suo piano di elaborazione
10 Gennaio 2024
Dati infortuni sul lavoro 2023
Dati infortuni sul lavoro 2023
7 Febbraio 2024

Il 24 gennaio ricorre la Giornata Mondiale dell’Educazione: un’occasione per riflettere sul diritto all’istruzione e su come ampliarlo il più possibile, in Italia e nel mondo. Come recita l’articolo 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, “Ogni individuo ha diritto all’istruzione.”

L’ABC dell’educazione nel mondo della sicurezza

Anche nel mondo del lavoro, ogni individuo ha diritto all’educazione sulla formazione in materia di salute e sicurezza che oltre ad essere sempre obbligatoria per ogni azienda di qualsiasi settore in cui sia presente un lavoratore, essa costituisce una delle principali misure di sicurezza per la prevenzione degli infortuni sul lavoro.

L’Art 37 del dlgs 81/2008 obbliga il datore di lavoro a provvedere alla formazione completa dei lavoratori in tema di sicurezza sul lavoro. La mancata formazione dei lavoratori comporta per il datore di lavoro gravi conseguenze ed è sanzionata mediante ammenda o arresto.

La formazione deve essere il primo passo, seguita da una pronta informazione dei lavoratori circa i macchinari e i dispositivi che dovranno utilizzare. A questa prima parte teorica dovrebbe poi fare da compimento una fase pratica di addestramento alla sicurezza.

Tutti i soggetti coinvolti nella sicurezza sul lavoro sono da informare e da formare sui rischi presenti e le misure di prevenzione e protezione da adottare.

L’obiettivo nel divulgare l’educazione alla salute e sicurezza sul lavoro

Di fronte all’incremento del tasso di mortalità e malattia dovuto agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali, è fondamentale rivalutare il ruolo educativo e formativo della scuola nel fornire gli strumenti culturali e le competenze relazionali utili all’inserimento nel mondo del lavoro di ogni persona che ha concluso un percorso scolastico.

L’obiettivo è fornire strumenti utili per captare e riconoscere i rischi che si possono incontrare a svolgere determinate attività lavorative, promuovendo la diffusione della cultura della salute e sicurezza.

Cittadini più informati, consapevoli e istruiti, alleggeriscono la spesa pubblica, riducono il tasso di povertà e necessitano di una minore assistenza sanitaria. Investire nell’educazione significa investire nella crescita economica, politica e sociale di qualsiasi Stato e azienda.

Per maggiori informazioni:

Scopri le date dei nostri corsi sulla sicurezza sul lavoro:

Articolo di Angelica Verde

Vuoi restare sempre aggiornato?

_______

Ricevi gli ultimi articoli nella tua casella di posta.