La figura del RSPP
14 Maggio 2024
La figura del RSPP
14 Maggio 2024

L’articolo 81/08 classifica la Legionella come “agente biologico di classe 2”, ovvero come un microrganismo che può comportare un rischio per i lavoratori. Per questo motivo, la Legionella è un agente biologico soggetto alla valutazione del rischio obbligatoria per legge e sottoposta a sorveglianza sanitaria.

Sono potenzialmente a rischio legionellosi tutti gli impianti in cui l’acqua è accumulata e distribuita in un intervallo di temperatura compreso tra 25°C e 45°C in presenza di stagnazione, incrostazioni e sedimenti.

La trasmissione della legionella

La legionella si trasmette principalmente per via aerea, mentre è estremamente raro che avvenga per ingestione o mera respirazione.
Questo accade quando le gocce d’acqua vengono fatte evaporare o quasi (bacinelle di raccolta condensa dei sistemi di climatizzazione, aerosol delle docce), quindi mediante inalazione o aspirazione di goccioline d’acqua in sospensione nell’aria, nebulizzate, contenente i batteri.

La legionella muore a temperature dell’acqua superiori a 50 °C  avviene con un trattamento continuo, ma non succede nelle tubazioni che non possono superare per lunghi periodi la temperatura di 50°C, ragione per cui ci sono le procedure di shock termico settimanale programmate che possono essere attuate. Quindi occorre tenere d’occhio la temperatura del boiler e mantenerla sempre superiore ai 50 °C.
Dopo un’assenza prolungata, quindi è consigliabile non bere subito acqua dalla condotta.


Da non trascurare anche le infezioni causate da batteri: fra questi particolare importanza ha il bacillo Legionella pneumophila, un batterio Gram – negativo che vive e si riproduce molto bene nell’ambiente caldo-umido presente all’interno dei condizionatori d’aria.


Linee guida di prevenzione e controllo legionella

Le Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi, emanate dal Ministero della Salute nel 2015, costituiscono un punto di riferimento fondamentale.

Stabiliscono norme chiare per la gestione e la prevenzione della legionella, delineando nello specifico:

  • procedure di controllo della temperatura;
  • manutenzione delle apparecchiature;
  • monitoraggio dei sistemi di acqua calda; diventerebbe interessante anche ragionare su un registro delle misurazioni da aggiornare settimanalmente e nel caso di sospensione dell’attività o dell’area per oltre una settimana.
    Pensiamo ad un albergo, una RSA che non usa una stanza per un po’ di tempo.
  • formazione del personale.

Ogni datore di lavoro e gestore di una struttura pubblica o privata è obbligato a far redigere il DVR, per sancire e garantire la sicurezza di un ambiente.

Non è solo un adempimento burocratico. È lo strumento che hanno le aziende e i datori di lavoro per garantire che tutte le misure preventive siano seguite scrupolosamente.

Il rischio Legionella è una minaccia reale che può avere gravi conseguenze per la salute pubblica e per i lavoratori. Prevenire questa minaccia richiede la conoscenza delle linee guida, la valutazione attenta dei rischi e l’adozione di misure preventive adeguate.

Assicurati di tenere aggiornato il DVR e coinvolgi il tuo personale. La sicurezza viene prima di tutto, e la prevenzione è la chiave per proteggere la salute dei lavoratori e la tua reputazione aziendale.

Articolo di Jennifer Borborini

Scopri le date dei nostri corsi sulla sicurezza sul lavoro:

Vuoi restare sempre aggiornato?

_______

Ricevi gli ultimi articoli nella tua casella di posta.