GDPR privacy
Privacy: adeguarsi al GDPR
20 luglio 2018
Agosto in ufficio
Agosto: chi parte e chi resta… in ufficio
3 agosto 2018
La "prova costume" che ti salva la vita

La "prova costume" che ti salva la vita

Agosto è alle porte e la prova costume anche. Alle volte avere la silhouette perfetta e il fisico scolpito può sembrarci una questione di vita o di morte, ma per fortuna il nostro cuore non smetterà di battere anche se le nostre “maniglie dell’amore” dovessero assomigliare più a dei salvagenti. Al contrario, ci sono “prove costume” di rilevanza assai maggiore per la nostra salute e sono quelle che stanno a cuore a noi… e sono pure adatte a tutte le taglie! Stiamo parlando dei DPI, i dispositivi di protezione individuale da indossare per proteggerci durante lo svolgimento di determinate attività lavorative. Certo degli occhiali antinfortunistici non ci renderanno trendy come l’ultimo paio di Ray Ban, ma possono proteggere i nostri occhi da schegge o spruzzi di liquidi pericolosi… cosa che se proprio vogliamo dirla tutta va a vantaggio anche della nostra estetica (ma soprattutto della nostra salute, che è ciò che più conta!).

La dotazione antinfortunistica, da impiegare quando i rischi non possono essere eliminati, riveste un ruolo fondamentale nella prevenzione degli infortuni sul lavoro ed è regolamentata dal decreto legge n. 475/1992.

In genere è il datore di lavoro a fornire le dotazioni antinfortunistiche necessarie a proteggere l’incolumità dei propri dipendenti. I liberi professionisti possono procurarsi l’abbigliamento necessario nei negozi specializzati, fisici oppure on-line. Attenzione che il dispositivo acquistato sia contrassegnato con il marchio CE.

I DPI sono suddivisi in base alla parte del corpo che proteggono e sono classificati in tre categorie a seconda del livello di rischio a cui è sottoposto il lavoratore. Per utilizzare l’abbigliamento antinfortunistica di terza categoria è necessario ricevere un apposito addestramento tramite corsi formativi, secondo l’art. 37 relativamente alla valutazione dei rischi specifica di cui all’art. 111 D. Lgs. n. 81/2008 (vuoi consultare il nostro calendario corsi?).

Chi non utilizza i DPI, o li usa in modo improprio (non si possono forare le mascherine di sicurezza per inserire la sigaretta, giusto per dirne una), può  incorrere in sanzioni o altre misure disciplinari. Ma al di là di questo, riflettete… abbiamo detto che l’abbigliamento antinfortunistico deve essere indossato quando il lavoratore è sottoposto ad un rischio ineliminabile. Significa che l’unica barriera fra voi e un potenziale incidente è proprio il vostro DPI: volete davvero privarvene?

Se per quest’anno fallisci la prova costume, puoi sempre ritentare l’anno prossimo (o anche decidere di fregartene e basta)… ma se ti presenti impreparato alla “prova DPI”, potresti non avere un’altra possibilità. Uomo avvisato, mezzo salvato… uomo protetto, salvato del tutto!

Comments are closed.