Riapertura fase 2 e sicurezza sul lavoro: quali sono gli obblighi da rispettare?

Coronavirus e mascherine: norme tecniche per la produzione
22 Aprile 2020
Protocollo COVID-19: parla come mangi
30 Aprile 2020

Il Decreto del 26 aprile prevede misure di contenimento del contagio da Coronavirus per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali.

 

Le imprese, che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020, possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dalla data del 27 aprile 2020 (leggi anche Coronavirus, il contagio sul lavoro è infortunio).

 

Ponendo a cardine centrale il pieno rispetto dei due principi essenziali di precauzione:

 

  • la distanza minima di sicurezza interpersonale (di almeno un metro e comunque secondo le Ordinanze delle singole regioni);

 

 

Le imprese dovranno inoltre rispettare:

 

 

 

 

Il 14 marzo 2020 è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” tra le parti sociali su invito del Presidente del Consiglio dei Ministri, del Ministro dell’Economia, del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali e del Ministro della Salute.

 

Il Protocollo in maniera molto chiara indica in 13 punti le misure di prevenzione, protezione e organizzative da adottare nei luoghi di lavoro in questa fase di emergenza nazionale:

  • Informazione
  • Modalità di ingresso in azienda
  • Modalità di accesso dei fornitori esterni
  • Pulizia e sanificazione in azienda
  • Precauzioni igieniche personali
  • Dispositivi di protezione individuale
  • Gestione spazi comuni
  • Organizzazione aziendale
  • Gestione entrata e uscita dei dipendenti
  • Spostamenti interni, riunioni, eventi interni e formazione
  • Gestione di una persona sintomatica in azienda
  • Sorveglianza sanitaria, medico competente, RLS
  • Aggiornamento del protocollo di regolamentazione

 

Per un riassunto dei 13 punti del Protocollo, leggi anche Protocollo COVID-19: parla come mangi.

Uno strumento operativo che in maniera guidata conduce tutte le aziende ad innalzare i livelli di sicurezza di tutti i lavoratori. Dal punto di vista documentale è necessario predisporre una procedura specifica che analizza i 13 punti del protocollo definendoli in maniera dettagliata per il proprio ambito di lavoro.

 

La mancata attuazione dei protocolli che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

 

Sfera Ingegneria ha creato C.A.R.E., un ventaglio di servizi e partner a supporto delle aziende per accompagnarle verso una riapertura veloce e sicura, conforme all’ultimo Protocollo Sicurezza anti COVID-19 e alle ordinanze nazionali e regionali.

 

Contattaci per ulteriori informazioni Scarica la brochure C.A.R.E.

COVID-19 e aziende: domande e risposte