TEMPO DI GITE SCOLASTICHE? ECCO I GIUSTI CONSIGLI

POTATURA DEGLI ALBERI: PREVENZIONE VS RISCHIO
23 Aprile 2015
Il carrello elevatore e la rete viaria pubblica
27 Aprile 2015
POTATURA DEGLI ALBERI: PREVENZIONE VS RISCHIO
23 Aprile 2015
Il carrello elevatore e la rete viaria pubblica
27 Aprile 2015

Non è solo primavera, è anche tempo di gite scolastiche: il più desiderato momento per gli studenti che possono prendersi una pausa dalla loro solita routine di studio.

Se da una parte ci si incontra con l’entusiasmo dei ragazzi, dall’altra ci si scontra con le responsabilità  che incombono sui dirigenti scolastici e sugli “insegnanti-accompagnatori”.

Di seguito si riportano due delle più importanti decisioni organizzative di una gita scolastica bella e …sicura!

La scelta del mezzo di trasporto – Nella scelta della Ditta (verifica requisiti tecnico-professionali), ossia della Società che ha la disponibilità degli autobus, i Dirigenti Scolastici devono accertare con la massima diligenza, eventualmente richiedendo idonea documentazione, l’assoluta affidabilità e serietà della ditta di autotrasporti.

Il costo medio di produzione (non di vendita) di un servizio di trasporto turistico è di 1.57­ €/Km (per un minimo di 300 Km/giorno) perciò : attenzione ai prezzi troppo bassi! Non sempre sono sinonimo di “buon affare”! In tale scelta deve essere evidenziata una procedura di trasparenza e comparazione quindi in fase di richiesta di preventivo conviene fornire quante più informazioni possibili riguardanti il viaggio.

Le ditte interpellate dovranno dichiarare:

  • di essere in possesso dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività di noleggio autobus con conducente;
  • di essere in regola con la normativa sulla sicurezza sul lavoro (autocertificazione) e di aver provveduto alla redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) ;
  • di essere iscritte al REN con relativo numero e data di iscrizione
  • di avvalersi di conducenti in possesso di titolo abilitativo idoneo, in base alla normativa vigente, alla conduzione degli autobus ;
  • che il mezzo presenti una perfetta efficienza dal punto di vista della ricettività, in proporzione al numero dei partecipanti e dal punto di vista meccanico. L’efficienza del veicolo dovrà essere comprovata dalla carta di circolazione con timbro di revisione annuale;
  • che il mezzo sia regolarmente fornito di strumento di controllo (cronotachigrafo o tachigrafo digitale);
  • di essere in possesso di certificato assicurativo, in corso di validità, da cui risulti che il mezzo è coperto da polizza assicurativa che prevede un massimale di almeno € 6000000 per la copertura dei rischi a favore delle persone trasportate;
  • che il personale addetto alla guida sia titolare di rapporto di lavoro dipendente ovvero sia titolare, socio o collaboratore dell’impresa di trasporto e che rispetti i tempi di guida e di riposo;
  • di essere in regola con i versamenti contributivi obbligatori INPS e INAIL, da dimostrare con la produzione del documento unico di regolarità contributiva DURC in corso di validità.

Si ricorda poi che gli scuolabus possono essere utilizzati per le attività scolastiche ed extrascolastiche  per percorsi che non superino i 50 Km.

La scelta dell’hotel – Gli insegnanti che accompagnano gli studenti in gita scolastica sono tenuti ad un “obbligo di diligenza preventiva” che impone loro di reperire strutture alberghiere il più possibile sicure. Non solo, sono tenuti anche ad effettuare “controlli preventivi” delle stanze dove alloggiano i ragazzi. Questo punto lo ha sancito la Cassazione nell’accogliere il ricorso di S. Q., ex studentessa di Udine, che nel marzo 1998 si era seriamente ferite scivolando da una terrazza dell’albergo di Firenze scelto dalla scuola.

Inutile dire che per la buona riuscita di una gita scolastica (e non solo), oltre a tutelare la salute  e la sicurezza di tutti i partecipanti, è fondamentale il senso civico da trasmettere ai piccoli “grandi” di domani .

 “Una prova della correttezza della procedura educativa è la felicità del bambino” , diceva Maria Montessori, quindi la ricetta fondamentale per la buona riuscita della gita scolastica (e non solo) è costituita da: sicurezza, diligenza, senso civico e risate.

 

Vuoi restare sempre aggiornato?

_______

Ricevi gli ultimi articoli nella tua casella di posta.