I test rapidi per il Coronavirus: cosa sono, pro e contro

Sanzioni-norme-AntiCovid-sferaingegneria
Le sanzioni per la violazione delle norme AntiCovid.
16 Novembre 2020
zona rossa - sfera ingegneria
Da zona rossa a zona arancione: cosa serve per cambiare “colore” in meglio?
30 Novembre 2020

Quali sono e qual è il loro funzionamento.

Per far fronte all’attuale pandemia di Coronavirus, sono disponibili nuovi strumenti: i test rapidi che permettono un esito più tempestivo ad un eventuale contagio dal virus, con anche un risparmio economico. Ma a fronte di cosa? Vediamo i dettagli.

Bisogna distinguere innanzitutto tra tampone e test sierologico: il primo riesce a rilevare componenti del virus nell’organismo, il secondo rileva invece la presenza di anticorpi e indica quindi solo se siamo stati a contatto col virus nel passato.

I test rapidi:

  • Il tampone rapido ricerca delle proteine del virus, i cosiddetti antigeni (da qui la definizione di test antigenico), mentre il tampone ordinario agisce sul genoma del virus. Quest’ultimo richiede sino a 48 ore di tempo per un referto, invece il tampone rapido riduce le tempistiche di un esito entro i 15 minuti. È un’alternativa interessante in certi casi, va specificato tuttavia che riduce non solo il tempo ma anche l’affidabilità del risultato. Nel caso in cui la carica virale fosse bassa, potrebbe dare un falso negativo. Il tampone nasofaringeo classico resta ad oggi lo strumento più preciso.
  • Il test salivare antigenico va ugualmente a individuare le proteine del virus e può giungere a un esito in circa 10 minuti, tuttavia necessita di ulteriori studi e perfezionamenti, perché al momento risulta essere quello meno preciso.
  • Il test sierologico pungidito è di tipo qualitativo, indica cioè se c’è o no la presenza degli anticorpi; a differenza del test sierologico standard, è di tipo quantitativo: è cioè in grado di indicare quantità e tipologia di anticorpi presenti. Dà un esito in circa 15 minuti, a differenze delle 48 ore del test sierologico standard, ma anche in questo caso al momento risulta meno affidabile. Viene effettuato prelevando una piccola quantità del sangue dal polpastrello in modo indolore.

Grazie alla ricerca, gli strumenti a disposizione per tracciare e contrastare la diffusione del Coronavirus, si moltiplicano e si evolvono rapidamente.

L’utilizzo di tutti gli strumenti a disposizione in ambito aziendale e lavorativo, a tutela della salute e della sicurezza, è imprescindibile. È prioritario stabilire delle attente procedure di monitoraggio. Contattaci per informazioni: info@sferaingegneria.com – 055 89 52 563.

LINK UTILI:

In questo articolo abbiamo raccolto una serie di FAQ per le aziende che possono essere utili in questo particolare momento.

Per prenotare un tampone e consultare il risultato, si può visitare l’apposita sezione del sito della Regione Toscana a questo link.

In questa sezione del sito dell’Azienda USL Toscana centro, troviamo invece una serie di info utili sul Coronavirus.

Per qualsiasi informazione per la tua azienda, puoi richiedere una nostra consulenza contattandoci.

Vuoi restare sempre aggiornato?

_______

Ricevi gli ultimi articoli nella tua casella di posta.